Cerca

Category Archives: Tradizioni piemontesi

marionette

C’era una volta un bambino di nome Augusto, la sua nonna era una grande appassionata di teatro e lo portava sempre con sé appena in città veniva allestito uno spettacolo, un anno per Natale (era il 1946) gli regalò un piccolo teatrino con il relativo corredo di marionette e da quel momento Augusto non potè più fare a meno di loro.

bambino mangia burro nella locanda del mulino Valcasotto Beppino Occelli

Avete presente quel pacchettino bianco con tre stelle alpine che trovavate ogni volta che aprivate il frigorifero dalla nonna? Sto parlando dell’involucro che contiene il burro per eccellenza, quello “buono” con cui accompagnare le acciughe al verde, il salame, il formaggio e sfornare torte deliziose. Sto parlando, lo avrete capito, di Beppino Occelli un’eccellenza piemontese nel campo caseario di cui vogliamo raccontarvi la storia e la genialità.

caramelle Gianduia

 

Qual è la cosa che più di tutte annuncia(va) l’arrivo del Carnevale a Torino? Sicuramente la comparsa nelle pasticcerie torinesi di bugie e castagnole, dolci tipici della tradizione piemontese, è buon indizio. Ma c’è un prodotto iconico, tipico solo di Torino, che immediatamente accende i ricordi di tante generazioni: la caramella Gianduia. Viaggiapiccoli ha scovato l’unica confetteria che la produce ancora in tutta la sua tralucente bellezza e la incarta a mano dandole la tipica forma esagonale.

panettone racca

Il nostro viaggio nelle tradizioni piemontesi continua con il re dei dolci natalizi: il panettone. Non un panettone qualsiasi, quello che qui a Torino in questo periodo inizia ad essere sulla bocca di tutti, quello che compravano i nostri nonni e poi i nostri genitori per fare “bella figura” con i parenti. Si proprio lui, il classico (o il nocciolato) della Pasticceria Racca.