Alla scoperta del Museo Lavazza, come in una nuvola

interno del Museo Lavazza con l'autobar e i bambini seduti ai tavoli

Abbiamo trascorso un pomeriggio all’interno del Museo Lavazza, o come lo chiamano tutti, la Nuvola Lavazza. Abbiamo visitato uno degli ultimi musei aperti in città. È stata una bellissima sorpresa per tutta la famiglia e per questo motivo abbiamo deciso di raccontarvi la nostra esperienza.

Torino la città dei musei

A Torino ci sono musei per tutti i gusti e per tutte le età. Si può scoprire la storia del cinema, fare un viaggio nell’Antico Egitto, immergersi nel mondo delle automobili e immaginarsi la vita di corte in una delle residenze reali, ma forse non tutti sanno che Torino è anche la città del caffè Lavazza.

La Nuvola Lavazza un progetto per la città

La Nuvola non è solo la nuova sede degli uffici della Lavazza, ma uno spazio pensato per la città.

Costruita sull’area dismessa di un’ex centrale elettrica su progetto dell’architetto Cino Zucchi la Nuvola ha ottenuto la certificazione Leed Platinum per le sue prestazioni di sostenibilità energetica. Questo aspetto non è immediatamente collegato al museo, ma crediamo che sia interessante spiegare ai bambini che si trovano in uno degli edifici più ecosostenibili al mondo. In particolari occasioni è possibile salire sulla terrazza della Nuvola da cui ammirare la Mole e il murales “the Ode of Collapse” dell’artista Mantra che fa parte del progetto di street art della città di Torino “TOward 2030. What are you doing?” di cui vi abbiamo parlato in questo articolo.

vista dalla terrazza della Nuvola Lavazza sul murales con le farfalle

Il Museo Lavazza il caffè e il marchio

Il viaggio sensoriale all’interno del museo parte dalla biglietteria: a ogni visitatore viene data una tazzina che servirà ad attivare le diverse postazioni interattive presenti all’interno.

Abbiamo apprezzato molto la scelta della tazzina rispetto ai musei che forniscono un tablet per la visita. A nostro parere i bambini quando hanno un’audioguida con uno schermo tendono a concentrarsi sul dispositivo perdendo parte dell’esperienza museale.

tazzina interattiva del Museo Lavazza

bambina all'interno del Museo Lavazza

Il viaggio nel caffè parte da Casa Lavazza con la storia della famiglia e del fondatore Luigi Lavazza. In quest’area ci si può sedere ad ascoltare il racconto delle figurine Lavazza comodamente seduti su una poltrona parlante, un’esperienza da non sottovalutare anche per i più piccoli che non sanno ancora leggere.

bambini che ascoltano il racconto sulla sedia parlante del Museo Lavazza bambina che sfoglia l'album di famiglia dei Lavazza

 Come nasce il caffè

Si passa poi alla produzione del caffè dalla piantagione alla tazza viene ripercorsa l’intera filiera con un racconto interattivo e accattivante per grandi e piccoli. Anna si è divertita provando a seminare la sua pianta di caffè mentre Giorgio è rimasto affascinato dal sistema di imballaggio.

 

Una volta compreso il processo produttivo si accede alla Piazza il luogo delle icone del marchio dalla caffettiera Carmencita al mitico autobar utilizzato per vendere il caffè per strada. Il museo non è solo da vedere, ma molte installazioni si possono toccare e sperimentare direttamente con tutti i sensi.

 

Nei set delle pubblicità Lavazza

Anche se i bambini sicuramente non ricordano le pubblicità Lavazza si sono divertiti a scattare le foto sui set tra Caballero e Carmencita e in paradiso. Utilizzando la tazzina abbiamo scattato le foto ricordo che poi sono state inviate alla nostra email.

 

La degustazione nello spazio della Cofee Experience

L’esperienza si conclude con la degustazione nello spazio della Cofee Experience con i baristi Lavazza che illustrano i diversi modi di preparazione del caffè e guidano il visitatore nell’assaggio. Per i più piccoli preparano una crema con poco caffè che è stata molto apprezzata da Anna e Giorgio.

macchina della Lavazza con due bambini

Qualche informazione per la visita al Museo Lavazza

Il museo si trova a Torino in Via Bologna 32

È aperto dal mercoledì alla domenica dalle 10,00 alle 18,00.

È consigliata la prenotazione, per garantire un’esperienza piacevole e esclusiva il numero di visitatori è limitato.

Biglietto intero 10 € – ridotto 8 €

Per maggiori informazioni consultate il sito del Museo

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*