Musei per bambini Asti

Museo Paleontologico territoriale dell'Astigiano e del Monferrato

 

La ricerca dei musei per bambini ad Asti non ha dato al momento grandi risultati, tranne il bellisismo Museo Paleontologico territoriale dell’Astigiano e del Monferrato. L’idea, però,  è quella di andare presto a fare una gita per scoprire qualche chicca dal vivo. Quando si parla di musei sono osempre ottimista. Arturo, nonostante sia piccolino, è un ottimo acocmpagnatore nelle mie visite e si interessa anche a “musei cosidetti da grandi”, perchè i bambini hanno ancora il dono della curiosità.

Cripta e Museo di Sant’Anastasio

Il complesso di Sant’Anastasio è uno dei gioielli di Asti. Visitarlo significa letteralmente immergersi nella storia più antica della città. In questo suggestivo spazio sotterraneo si possono vedere ancora oggi i resti della chiesa romanica dedicata a Sant’Anastasio, che a partire dall’anno Mille diventò sede di un importante monastero femminile. Luogo imperdibile è senza dubbio la cripta, ma la vera meraviglia è riuscire a interpretare le tracce del tempo che si intrecciano in questo sito, e che affondano le loro radici in epoca longobarda e addirittura romana.

Da segnalare che il Museo dispone di una sala per ipo/non vedenti e di un’aula didattica dotata di vasca per lo scavo archeologico simulato

Il museo è anche sede di eventi dedicati alla musica, alla letteratura e attività per le famiglie.

  • Dove: Corso Alfieri 365/A Asti
  • Contatti: 0141 437454, musei@comune.asti.it , sito

 

Museo arti e mestieri di un tempo

Museo etnografico dedicato agli antichi mestieri e allestito all’interno di un complesso fortificato del XI secolo, propone la ricostruzione di 25 botteghe con strumenti di lavoro originali dal XVII al XIX secolo. Il Museo che ha lo scopo di conservare e tramandare usanze e la pratica di una cultura in estinzione o in trasformazione è stato inaugurato il 5 ottobre 1980. Per l’allestimento si decise di utilizzare alcuni locali del Castello Medievale con la ferma intenzione di indovinarne il riutilizzo e di salvarlo da un rovinoso abbandono. Conserva oltre 3000 oggetti a testimonianza e ricordo di antiche attività ormai abbandonate.

Le botteghe ed i laboratori, ricostruiti fedelmente, si avvalgono di oggetti originali spesso donati dagli abitanti della comunità. Il museo organizza laboratori e attività didattiche dedicate agli antichi mestieri.

  • Dove: c/o Castello Medioevale, Piazza Maggiore Hope 1 Cisterna d’Asti (AT)
  • Contatti: 0141 979021, info@museoartiemestieri.it, sito

 

Museo Etnologico Missionario

Il museo etnologico espone materiale realizzato e usato dai diversi popoli dei quattro continenti extraeuropei, raccolto dai missionari salesiani, e comprende una raccolta di oltre 10.000 rarità. Dato il gran numero di pezzi e la diversità delle culture rappresentate, il museo costituisce una delle più importanti raccolte missionarie in Italia.

Il continente più rappresentato è l’America con 4.000 pezzi. Il Sudamerica, costituisce il nucleo centrale e più antico della raccolta con numerosi pezzi provenienti da diversi gruppi indigeni di Brasile, Venezuela, Ecuador e Terra del Fuoco..

Seguono le collezioni provenienti dal Rio Negro (Brasile) e il materiale raccolto in Patagonia e Terra del Fuoco, che si può considerare unico, dato che si parla di popolazioni estinte. La collezione africana (di circa 900 unità) riflette la storia relativamente recente delle missioni salesiane nel continente. La collezione cinese si compone di acquarelli su carta di riso, statuine votive, abiti e ornamenti tradizionali e svariati altri oggetti espressione della cultura e della religiosità locale. La collezione giapponese annovera poi una discreta raccolta di bambole in carta, stoffa, gesso e paglia destinate in origine alle cerimonie domestiche, le feste shintoiste dedicate alle bambine e ai bambini. Le collezioni provenienti dal Sud Est Asiatico e dall’India presentano svariati oggetti di uso rituale e domestico quali utensili in fibra vegetale (ceste, setacci e coperture per la pioggia), ornamenti in materiale animale composito (zanne di cinghiale, di tigre e di elefante, lana di capra, conchiglie ed insetti), abiti e accessori che riflettono l’estetica e la struttura socio-economica delle etnie locali.

Il museo organizza attività didattiche dedicate ai bambini.

  • Dove: Colle Don Bosco – Frazione Morialdo, 30 Castelnuovo Don Bosco (AT)
  • Contatti: 011 9877229 | 011 9877168, museo@colledonbosco.it,  sito

Museo Paleontologico territoriale dell’Astigiano e del Monferrato

Il Museo Paleontologico Territoriale dell’Astigiano e del Monferrato, detto anche Museo dei Fossili, è un museo scientifico gestito dall’Ente delle Aree Protette Astigiane.

Il Museo è ospitato nel Palazzo del Michelerio, in origine un monastero risalente alla metà del secolo XVI e attualmente di proprietà dell’Azienda Territoriale della Casa di Asti. Il museo possiede una collezione paleontologica composta dai reperti esposti e da oltre 14.000 campioni fossili di proprietà statale e di provenienza astigiana. Questi sono visibili, su richiesta specifica, all’interno delle cassettiere museali di raccolta.

Il museo propone percorsi educativi specifici, percorsi guidati e eventi speciali.

  • Dove: Corso Alfieri 381 Asti
  • Contatti: 0141 592091, enteparchi@parchiastigiani.it, sito

 

Author: Elena Marcon

Elena Marcon, amante del buon cibo e dal buon vino e mamma di Arturo. Organizzatrice seriale di gite e viaggi  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*