Cerca

5 cose da fare in Valle Maira con i bambini

valle maira

Siamo stati da poco in Valle Maira, nella provincia di Cuneo, a circa un’ora e mezza da Torino, approfittando delle vacanze di Carnevale e di un voucher Piemonte comprato mesi fa e siamo rimasti incantati dalla bellezza di questa valle piemontese che, non a caso, è stata scelta come copertina della Lonely Planet dedicata alla nostra regione.


La Valle Maira

La Valle Maira è una vallata percorsa dal torrente Maira, delimitata da massicce catene montuose e si dirama in valloni nella parte media e alta, tra cui il Vallone di Elva, il Vallone di Marmora, il Vallone del Preit, il Vallone di Unerzio. Sono 14 i comuni della Valle Maira e ognuno ha le sue frazioni e le sue borgate, ciascuna con la sua storia e le sue tradizioni,
disseminate nei valloni, ognuna con una cappella o una chiesetta.

Valle Maira escursioni da fare

Per riuscire ad assaporarne un po’ l’atmosfera e conoscerne gli aspetti più caratteristici ci siamo rivolti all’Ufficio del Turismo di Dronero che ci ha inviato un lungo elenco di proposte di ordine culturale, naturalistico, artistico e culinario, ne abbiamo dovute scegliere a malincuore solo cinque perché i giorni a disposizione erano pochi ma contiamo di tornarci presto per conoscere altri aspetti di una valle che ha saputo valorizzare al meglio il proprio patrimonio.

Ecco cosa abbiamo scelto e la nostra proposta di cinque da vedere in Valle Maira con i bambini, variando tra natura, musei e borghi.

1. Trekking in Valle Maira per bambini

Tra i trekking in Valle Maira adatti alle famiglie avviamo scelto di passeggiare lungo sentieri cercando gnomi e folletti di legno (sentiero Remo Einaudi link) o vedere la magia delle primule che spuntano e lasciano intravedere la primavera

Leggi tutti i dettagli per fare Il sentiero Remo Einaudi a

2. Il museo degli acciugai di Celle Macra e il Son de lenga a Dronero

In valle Maira l’offerta culturale è ben radicata e molti sono i musei visitabili: potrete trovare musei etnografici, naturalistici e musei tipici dei mestieri e dell’artigianato locale, tutti interconnessi e volti a svelare il volto più vero di questa parte del Piemonte.

Noi abbiamo visitato il piccolo museo degli acciugai di Celle Macra e quello interattivo, perfetto per famiglie e scolaresche, dedicato alla cultura occitana Son de lenga a Dronero .

Leggi come organizzare  La tua visita al Museo degli acciugai

 

3. I borghi della Valle Maira

Se vi sono piaciuti i musei, potete approfondire il patrimonio della Valle Maira toccando con mano e vedendo con i propri occhi dove abitavano i nostri bisnonni e provando a immaginarne la vita spartana e dura che si svolgeva sulle montaggi. Oggi a testimonianza di quella vita ci restano le tante borgate in legno e pietra che costellano i sentieri e raccontano una storia antica, preservando molto dell’architettura alpina tipica della Valle Maira: case completamente ristrutturate in pietra e legno, colonne di pietra, antichi forni comunitari, mulini ad acqua (a tal proposito segnaliamo il
mulino delle Riviera che produce ottime farine macinate a pietra e i notissimi biscotti).

Delle tantissime piccole frazioni che potrete incontrare passeggiando lungo la rete sentieristica ne segnaliamo due: Chialvetta ospita l’interessantissimo museo etnografico “La misoun d’en bot” (la casa di una volta) che raccoglie 1500 oggetti appartenenti ai vecchi mestieri svolti nelle vallate ed ormai praticamente scomparsi e Camoglieres, italianizzazione del locale camulières, “territorio frequentato dai camosci”, un borgo che abbiamo incontrato nella discesa verso valle percorrendo il sentiero dei ciclamini, e che ci ha lasciati incantati per l’assoluta pace e silenzio che abbiamo respirato (non a caso proprio qui si trova la Locanda del silenzio, un albergo diffuso scelto da Slow food come esempio di turismo lontano dalla massa e valorizzatore delterritorio)

4. Provare un Agriturismo in Valle Maira

Agriturismo Lo Puy

Tra le cose da fare in Valle Maira, ovviamente, c’è scoprire i prodotti locali, assaggiare, sperimentatore, degustare i buonissimi formaggi di capra dell’agriturismo Lo Puy, conoscere Caterina, le sue capre con i capretti appena nati e la straordinaria storia della sua famiglia pioniera.

Leggi i lnsotro approfondimento  su  Agriturismo Lo Puy

 

5. L’arte di Hans Clemer

Come ultima cosa da fare in Valle Maira con i bambini sicuramente c’è ammirare l’arte di Hans Clemer, maestro fiammingo che ha decorato con la sua arte sacra diverse chiese e cappelle della Valle Maira, la più nota tra tutte quella della cittadina di Elva, considerato un vero e proprio capolavoro.

Elva si trova a quasi un’ora di auto da Dronero e per arrivarci si deve percorrere una strada di montagna ma ci hanno assicurato che lo spettacolo vale la fatica.

La Chiesa di Elva è visitabile chiedendo le chiavi alla vicina Locanda San Pancrazio (335 573 6255), dove è anche possibile fermarsi a dormire e degustare piatti tipici e prodotti locali. Da qui partono anche innumerevoli passeggiate di diverse lunghezze e difficoltà, percorribile a piedi o i mountain bike e, in inverno, ciaspolando.

Author: Elena Marcon

Elena Marcon, amante del buon cibo e dal buon vino e mamma di Arturo. Organizzatrice seriale di gite e viaggi  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*