Castel Savoia con i bambini, gita nel castello delle fiabe a Gressoney Saint Jean

Castel Savoia Val D Aosta a Gressoney Saint Jean

La storia inizia con “C’era una volta un castello in mezzo ad un fitto bosco, dal lago sottostante era possibile intravedere solamente cinque torrette bianche aguzze che sbucavano da un mondo fatato e più ci avvicinavamo, più sentivamo che tutto sarebbe potuto accadere”. Questa è stata la nostra emozione quando, arrivati in Val D’Aosta a Gressoney Saint Jean (arrivando da Torino è la prima valle che si incontra, uscendo a Pont Saint-Martin), abbiamo lasciato la macchina nel parcheggio accanto al Lago Gover e ci siamo incamminati verso il Castel Savoia con la nostra piccola Petra nello zaino.

La passeggiata della regina per arrivare al Castel Savoia

Il Castello fu fatto costruire dalla prima Regina d’Italia, la Regina Margherita (si, proprio quella della pizza) che oltre ad amare il buon cibo era un’incallita camminatrice di montagna.

 

Castel Savoia Val D Aosta a Gressoney Saint JeanC’è un piccolo parcheggio sotto al castello, ma noi abbiamo optato per goderci il panorama e 30 minuti di camminata facile e ombreggiata prendendo “la passeggiata della Regina” che si snoda dal lago Gover e costeggia la montagna.

Al termine della passeggiata trovate un grande viale che, fiancheggiando un giardino botanico ricco di fiori e piante alpine segnalate, vi conduce lassù: al Castello delle Favole. Sì, proprio come lo immaginate. Un gioiello neo-rinascimentale e art-Nouveau da cui ti aspetti di veder uscire un principe.

La vista da lassù è impareggiabile: avrete davanti sua maestà il Monte Rosa e il ghiacciaio del Lyskamm

La visita guidata al Castello

Il Castello è visitabile soltanto attraverso visita guidata di circa 1 h alla scoperta del piano terra e del primo piano; la guida ci ha piacevolmente sopresi per la capacità mantenere alta l’attenzione anche dei più piccoli attraverso le numerose curiosità e una capacità innata di non essere mai noioso.

Castel Savoia Val D Aosta a Gressoney Saint Jean

Gli interni vi sorprenderanno e il grande scalone vi farà immergere nell’atmosfera fatata anche se scoprirete che questo fu il primo Castello illuminato da corrente elettrica e dotato di acqua calda: la regina volle coccolarsi e coccolare il suo ospite più famoso, Giosuè Carducci.

Siamo usciti di lì con la consapevolezza che Margherita, la Regina, è sicuramente la prima Luxury Traveller d’alta quota della storia d’Italia.

Il bosco  e la scoperta di Gressoney Saint Jean

Decidiamo, al termine, di perderci nel bosco attorno al Castello e camminando ci sembra quasi di sentire il rumore dei folletti che spuntano da dietro i rami, mentre Petra ormai è già nel mondo dei sogni.

 

Castel Savoia Val D Aosta a Gressoney Saint Jean

Scendendo ci godiamo Gressoney Saint-Jean e i suoi prati attorno al lago dove poter correre e giocare: dai grandi parchi giochi ai cavalli; ma prima di fare ritorno a casa ci meritiamo una fetta di torta Lyskamm, nell’omonima pasticceria e così… “vissero tutti felici e contenti”.

Questa è una storia per amanti dei castelli, di luoghi fatati, per bambini e per adulti, per chi da Gressoney vuole partire e fare trekking senza tralasciare la storia e per chi invece decide per la gita di un giorno.

Quando visitare Castel Savoia e costi

Castel Savoia Val D Aosta a Gressoney Saint Jean

Castel Savoia ve lo consigliamo d’estate dove quest’anno hanno interpretato “Fiabe bel bosco” (sei fiabe classiche, riscritte per essere ambientate in Valle d’Aosta), d’inverno per la magia del Natale che si respira e la neve tutt’intorno ma le nostre stagioni preferite sono la primavera e l’autunno, quando esplodono i colori e con i bambini si può godere di tutto ciò che la natura riserva.

Tariffe:
Intero: € 5,00
Ridotto: € 3,50 (comitive di almeno 25 persone paganti, studenti universitari, convenzioni specifiche)
Ridotto minori: € 2,00 (ragazzi di età compresa fra 6 e 18 anni, scolaresche)
Gratuito: bambini fino a 6 anni non compiuti; soggetti portatori di handicap in possesso della certificazione di cui alla legge 104/92 e loro accompagnatori; insegnanti e accompagnatori di scolaresche, in proporzione di 1 ogni 10 alunni.

Info: Guide turistiche della Val D’Aosta

Causa Covid necessaria la prenotazione on-line.

  • Da aprile a settembre:
    dalle 9.00 alle 19.00, tutti i giorni
  • Da ottobre a marzo:
    aperto da martedì a domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00

 

 

Un’altra gita fuoriporta da Torino in Val D’Aosta che vi consigliamo è Fiabosco a Col de Joux

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*