Brusafer, alla scoperta delle delle erbe aromatiche e delle piante officinali

campi lavanda

 

E se volessimo scoprire tutti i segreti della distillazione delle erbe aromatiche e delle piante officinali? Anzi se volessimo sperimentarla direttamente, visitare i campi in cui vengono coltivate e osservare il processo degli alambicchi circondati da profumi inebrianti? A Mattie, in Val di Susa, a circa un’ora da Torino tutto questo è possibile. L’azienda agricola Il Brusafer ci ha ospitati per un pomeriggio conducendoci in un viaggio alla scoperta di preparazioni antiche che sanno di lavanda, rosa canina, timo e ed elicriso.

Brusafer, in Val di Susa: Efrem e la sua famiglia

Ci troviamo a Borgata Combe, una minuscola borgata in pietra, che dopo un periodo di spopolamento sta pian piano rinascendo grazie alla volontà di alcuni giovani che hanno deciso di investire su questo territorio.

Il Brusafer

Uno di questi è Efrem che insieme alla sua famiglia ha deciso nel 2013 di far fare un salto di qualità alla locanda di famiglia, il Brusafer (nome piemontese per indicare il fabbro), acquistando un grande campo di lavanda e un alambicco. Fisico lui, appassionata di piante officinali, Chiara, sua moglie, hanno scoperto, il mondo dell’agricoltura biologica e si sono dedicati alla coltivazione della materia prima per i loro prodotti che oggi sono tantissimi e spaziano dalla cosmetica, alle tisane, dalle marmellate ai fitoterapici.

La particolarità del clima del luogo ovvero l’orientamento est-ovest della valle, la pendenza dei versanti, la frequenza dei venti fanno sì la coltivazione di specie climatiche tipicamente mediterranee abbiano facilità a crescere pur trovandosi sulle Alpi.

Sui terrazzamenti di Mattie trovano un’oasi climatica favorevole piante che appartengono a zone costiere e la vicinanza con la montagna dona alle erbe e ai fiori aromi caratteristici. Efrem ci ha condotti all’interno del piccolo laboratorio dove avviene la magia: dallo sfalcio delle piante, attraverso un processo di bollitura, si ottiene la separazione degli oli essenziali dall’acqua. Impossibile descrivervi il profumo che ci avvolgeva!

E noi siamo capitati in un momento dell’anno in cui la produzione è rallentata poiché i campi sono dormienti. Il periodo di massima fioritura coincide infatti con la tarda primavera/inizio estate e vogliamo tornare assolutamente per non perderci lo spettacolo che la natura offrirà e per provare a estrarre, sotto la guida attenta del nostro cicerone, le essenze naturali della lavanda (ora era in lavorazione l’alloro).

Brusafer, un percorso  per famiglie e scuole alla scoperta delle piante

Il progetto del Brusafer è proprio quello di poter fornire, oltre ai prodotti finiti, un percorso completo per famiglie e/o scuole che parte dalla conoscenza delle piante e del loro habitat fino a laboratori di distillazione e creazione della propria boccetta di prezioso liquido da portare a casa e utilizzare quotidianamente.

Tutte le lavorazioni dal campo alla trasformazione delle piante seguono metodi assolutamente naturali e i prodotti lo sono altrettanto. Oltre alle essenze, vengono prodotte diverse confetture: fragole, more, arance, mele di montagna, kiwi e, quando disponibili, le castagne e anche una confettura e una crema di marroni.

Le tisane in gelatina

Ma la vera curiosità sono le tisane… in gelatina! Al posto della solita bustina inquinante, Efrem ha inventato sette varietà di estratti (salvia e limone, fiori di sambuco, malva con melissa e tarassaco, tiglio ortica e miele, canapa e miele, menta e liquirizia, rosa canina e mirtillo) che si sciolgono in acqua come un dado da cucina.

Menzione d’onore va alle paste di meliga, biscotti di mais tipici della zona che qui hanno il tocco particolare dell’aromatizzazione alla lavanda.

tisana in gelatina

 

La Locanda del Brusafer

camera da letto locanda Brusafer

Carichi di dolcezze e con le narici sopraffatte dagli aromi, concludiamo il nostro pomeriggio con un rapido giro alla Locanda adiacente al laboratorio.

Ricavata in un rustico della frazione Combe costruito sulla nuda roccia e ristrutturato personalmente da Efrem e dai suoi famigliari, che hanno imparato a realizzare i muri in pietra ed a posare le “lose”, le caratteristiche e pesanti lastre in pietra dei tetti di una volta.

Il Brusafer offre 5 camere caratterizzate da una architettura tipicamente montana e un ristorante, aperto nei fine settimana con una cucina casalinga, che valorizza cibi e vini locali e ripropone alcune antiche ricette di Mattie e della Valle di Susa.

Brusafer ristorante

 

  • Dove: Fraz. Combe, 33 10050 Mattie (TO)
  • Info Efrem +39.340.2570505 IlBrusafer

 

Tra i posti che amiamo anche Dove dormire in Val Grana: la trattoria Aquila Nera di Monterosso Grana

Autore: Elena Marcon

Elena Marcon, amante del buon cibo e dal buon vino e mamma di Arturo. Organizzatrice seriale di gite e viaggi  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*